Logo del Parco
Condividi
Home » BIOSFERA UNESCO

Candidatura

Il Programma MaB (Man and the Biosphere) UNESCO ha lo scopo di migliorare il rapporto tra uomo e ambiente e ridurre la perdita di biodiversità, promuovendo attraverso la ricerca, la formazione e lo sviluppo sostenibile la relazione equilibrata fra la comunità umana e gli ecosistemi.
Il progetto di candidatura è stato promosso e coordinato dal Parco di Tepilora, con il coinvolgimento delle amministrazioni locali, in collaborazione con il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e con l'Assessorato regionale alla Difesa dell'Ambiente della Regione Autonoma della Sardegna.
Per l'area della Riserva della Biosfera Tepilora Rio Posada e Montalbo, le dinamiche relazionali da sempre legano le comunità alla montagna e alla costa, definendo in modo deciso la base dell'identità territoriale e dei paesaggi connessi. Elemento centrale e di connessione è il Rio Posada, che marca e traccia la transizione frequentabile fra la montagna e la costa e riassume in sé un'articolata e densa composizione di ecosistemi.

Nella candidatura del territorio come Riserva di Biosfera UNESCO è stato centrale il tema dell'acqua: superficiale e sotterranea, scarsa e abbondante, ricercata e temuta, nonché celebrata nella sacralità dei riti in quanto base per la sopravvivenza. Nonostante i recenti cambiamenti, molti dei quali migliorativi se riferiti alla qualità della vita, in questa terra dimorano ancora forti richiami alla tradizione e residuali riti, modi di essere, di fare e di pensare, che danno segno di un'identità sarda. L'isolamento e la difficile accessibilità, dettati da conformazioni ed andamenti della costa e della montagna, rende questi luoghi preservati, anche naturalisticamente. Le acque del Fiume Posada attraversano una terra, delle comunità, delle attività e dei progetti, che grazie al processo di candidatura a MAB UNESCO possono essere convogliati in una azione di sviluppo sociale ed economica capace di integrare l'artigianato, l'agricoltura, l'allevamento e il turismo con l'affermazione di una diffusa cultura di tutela del territorio.

Viene immediato intendere il Fiume Posada come un elemento di connessione delle attività insediate lungo il suo corso, potenzialmente funzionale allo sviluppo sostenibile e inquadrabile come un'infrastruttura naturale. Il processo di candidatura intende, inoltre, contrastare l'indebolimento identitario, lo spopolamento, l'invecchiamento demografico, alcuni problemi di gestione delle risorse, le crescenti criticità connesse alla mitigazione del rischio idrogeologico aggravato dai repentini cambiamenti climatici. Lo sviluppo armonico di attività e economie saranno al centro della definizione delle strategie gestionali volte a mantenere e valorizzare l'equilibrio fra la sfera umana e la biosfera.

Candidatura
Candidatura
(foto di: Parco di Tepilora)
© 2021 - Parco Naturale Regionale di Tepilora
Via Attilio Deffenu, 69 - 08021 Bitti (NU)
Tel 0784/1650049 - Email: protocollo@parcoditepilora.it
Partita IVA: 01465970919 - Posta certificata