Borse di studio “Ciriaco Pala”, giovedì la premiazione

BITTI. Giovedì prossimo, alle ore 10,30, nel salone parrocchiale di Corso Vittorio Veneto, è prevista la premiazione delle borse di studio intitolate a “Ciriaco Pala”, anno 2014, relative all’area del Parco di Tepilora.

 

Quest’anno a vincere il premio è stato Luca Paris di Trento, laureatosi a Bologna con la tesi dal titolo “Risposta dei popolamenti di campestio umano in habitat roccioso intertidale nel Sic Berchida-Bidderosa, Sardegna Nord Orientale”.

Il vincitore durante la cerimonia di premiazione esporrà i punti salienti delle sue ricerche alla commissione, agli studenti e a tutto il pubblico presente.

«Intendiamo mettere nel sito web del parco di Tepilora il testo della relazione in modo che i professori delle scuole dei 20 paesi del Gran Parco possano copiarlo in una pennetta e parlarne con i loro studenti» ha detto Michele Palmas, docente universitario, esperto naturalista e studioso di silvicoltura e già direttore dell’orto botanico di Cagliari, che nel 2010 lanciò l’idea di istituire delle borse di studio alla memoria dell’arciprete di Gorofai don Ciriaco Pala, mettendo a disposizione delle risorse finanziarie.

Il consiglio comunale accolse da subito la proposta con l’occhio rivolto ai giovani laureati o ai ricercatori che avessero svolto le loro ricerche in campo naturalistico, archeologico, museologico riguardanti il territorio de i quindici paesi che ruotano attorno al “Grande Parco di Tepilora”, vale a dire Bitti, Budoni, Irgoli, Loculi, Lodè, Lula, Onanì, Onifai, Orosei, Posada, San Teodoro, Siniscola, Torpè e, inoltre, Alà dei Sardi, Berchidda, Buddusò, Monti, Olbia, Oschiri, Padru.

Giovedì prossimo il vincitore Luca Paris riceverà un premio in denaro.

La Nuova Sardegna