Commento al regolamento provvisorio per la fruizione del Parco di Tepilora

REGOLAMENTO PROVVISORIO PER LA FRUIZIONE DEL PARCO DI TEPILORA

TUTELA DELLA FLORA, DELLA FAUNA E DELLA COMPONENTE GEOLOGICA
CAPO I

Articolo 1 Raccolta delle specie vegetali,di funghi e altri prodotti del sottobosco

1.Sono vietati la raccolta, l’estirpazione, il danneggiamento delle specie vegetali e l’asportazione e la detenzione di parti di piante. È vietato effettuare dicioccamenti, dissodamenti, decespugliamenti, arature in terreni con pendenze superiori al 35 per cento e comunque l'esportazione di massa vegetale evoluta, in grado di proteggere adeguatamente il suolo.

Commento – Il “precetto“ fissa il divieto di arare  a una pendenza superiore al 35% nei terreni all’interno del Parco senza specificare il tipo di aratura: col vomere o senza.

Il divieto di arare col vomere all’interno del parco dovrebbe essere categorico; al suo posto si “consiglia l’uso di un’altra macchina per “trapanare” il terreno e potervi inserire i semi” che esiste e dunque può essere usata, come si fa in altre nazioni. Ecco quanto stabilisce un regolamento degli USA, entrato in vigore nel 1995, vent’anni fa addirittura per terreni di proprietà dei cittadini americani, non per terreni appartenenti ai Parchi regionali o nazionali. Credo sia venuto il tempo di smettere di creare lo sconquasso dei territori dell’Isola coi soldi pubblici, Parchi compresi..

aratro